Biodiversità nelle Città Alpine: il progetto UrbaBio

Nel progetto UrbaBio, i rappresentanti delle Città alpine partecipanti di Annecy, Belluno, Chambéry e Trento hanno sfruttato le reciproche ampie conoscenze per promuovere la biodiversità in città.

La biodiversità è ovunque, non solo negli spazi selvaggi e nelle aree protette, ma anche nelle nostre città, dove viviamo e lavoriamo. Noi siamo parte integrante di essa. Questa biodiversità è fortemente condizionata dallo sfruttamento delle risorse naturali. Per poterla conservare non basta la protezione di singole specie di piante e animali, occorre anche salvaguardare i loro habitat (ad es. fabbisogno idrico, ciclo dei nutrienti).

I ricercatori considerano le aree urbane come importanti nicchie per la biodiversità. L’integrazione della varietà biologica nella pianificazione e nella gestione delle aree urbane è perciò un fattore determinante per la conservazione della biodiversità.

Attraverso lo scambio di idee ed esperienze, le Città alpine coinvolte nel progetto hanno sviluppato soluzioni innovative per la partecipazione dei cittadini al processo di pianificazione e realizzazione, per il processo decisionale e l’attuazione di iniziative per il miglioramento degli spazi verdi urbani.

Durata del progetto: 2018 - 2020
Partner del progetto: Annecy, Belluno, Chambéry, Trento e CIPRA
Finanziato da: Ministero federale tedesco per l'ambiente, la natura e la sicurezza nucleare / Città alpina di Annecy / Associazione Città alpina dell’anno