Sondrio © Franco Folini

Sondrio / Italia

Città alpina dell’anno 2007 (non socio dell’associazione)

Sondrio © Franco Folini

Sondrio

Città alpina dell’anno 2007

Fatti & Cifre

21588
Abitanti
11
Frazioni
20,88
Superficie in km²

Il Comune di Sondrio è da sempre capoluogo amministrativo della Valtellina e dell’omonima provincia.

Il territorio di Sondrio riassume alcuni dei più tipici caratteri del territorio alpino, come per esempio i boschi e gli alpeggi che si aprono a diverse altezze lungo le Orobie, i terrazzi lungo le pendici retiche e l’ordinata geometria dei prati nel fondovalle.

Sondrio può anche vantare il merito di essere stata una delle città fondatrici della Comunità di lavoro “Città delle Alpi”. I suoi amministratori, nel 1986, non esitarono a raccogliere l’invito della città di Trento a dare vita a una collaborazione internazionale tra le città dell’arco alpino allo scopo di valorizzare l’identità alpina e rinsaldare il rapporto tra città alpine e aree montane. In qualità di capoluogo di provincia Sondrio promuove iniziative nei settori della cultura, del turismo e della protezione della natura. Sono stati realizzati anche numerosi progetti per migliorare la vivibilità urbana attraverso l’incentivazione dell’utilizzo dei trasporti pubblici e il recupero architettonico di molte aree cittadine, facendo di Sondrio un centro alpino moderno che occupa da anni le prime posizioni nella classifica delle città italiane per la miglior qualità della vita.

Motivazione della Giuria

La Giuria ha voluto premiare il lavoro che Sondrio svolge da anni nello spirito della Convenzione delle Alpi, coniugando la protezione della natura e del paesaggio dell'arco alpino con uno sviluppo sostenibile e orientato al futuro sia della società che dell'economia. Ad esempio attraverso la conservazione e la tutela dei ``terrazzamenti``, i tipici muri a secco locali che da secoli sorreggono i vigneti del territorio di Sondrio e che sono stati riconosciuti ``patrimonio dell'umanità`` da parte dell'Unesco; la realizzazione nel 1995 del Centro Documentazione Aree Protette, un'istituzione questa che non ha solo lo scopo di raccogliere dati sugli spazi protetti su scala mondiale, ma che organizza nella sua veste di Centro Regionale per l'Educazione Ambientale, attività d'informazione naturalistica e sensibilizzazione ambientale, sia a carattere scientifico che divulgativo.